Blog

Miscellaneous

Ricarica auto elettrica in azienda: benefit o servizio?

Vediamo i vantaggi (per dipendenti e società) della ricarica dell’auto elettrica in azienda come benefit o come servizio a pagamento.

Dicembre 7, 2022

Quello della transizione della flotta all’elettrico è un trend di grande tendenza, oggi. Molte aziende avvertono la necessità e la volontà di ridurre le loro emissioni di CO2 e l’elettrificazione della flotta è un approdo estremamente efficace per:

  • abbracciare una filosofia più green grazie alla diminuzione consistente nelle emissioni di CO2, a tutela dell’ambiente;
  • far circolare i veicoli del proprio parco auto nelle ZTL e nei centri storici senza limitazioni;
  • avere un significativo risparmio a livello energetico;
  • guadagnare in termini di immagine;
  • agire nell’ottica della svolta ecologica auspicata dal piano del Green Deal europeo che prevede «zero emissioni nette entro il 2050».

Tra i punti cardine di questo passaggio all’elettrico, l’installazione di infrastrutture di ricarica in azienda e la concessione ai dipendenti di usufruirne.

Vediamo allora:

  • 1) i vantaggi dell’installazione di stazioni di ricarica in azienda;
  • 2) i vantaggi della ricarica in azienda;
  • 3) la ricarica per i dipendenti come benefit o come servizio a pagamento.

1) I vantaggi dell’installazione di stazioni di ricarica in azienda

Avere punti di ricarica in azienda permette di:

  • ridurre sensibilmente i costi di gestione, di manutenzione e di rifornimento della propria flotta;
  • mettere le colonnine a disposizione dei clienti (servizio assai raro, dunque estremamente appetibile per chi è già passato all’elettrico), il che comporta una fortissima valorizzazione della propria immagine;
  • spalancare nuove prospettive di business (si viene infatti inseriti in app e mappe che si occupano di tracciare le stazioni di ricarica – e agevolano prenotazione e pagamento – e si sfruttano queste piattaforme per incrementare la propria visibilità, nonché offrire questo servizio anche a clienti occasionali, che possono poi fidelizzarsi).

2) I vantaggi della ricarica in azienda

Offrire punti di ricarica in azienda è vantaggioso sia per dipendenti, clienti e visitatori, sia per l’azienda stessa, perché:

  • l’azienda è il luogo dove le auto sostano più a lungo, dopo le abitazioni;
  • non tutti i possessori di un veicolo elettrico possiedono una wallbox a casa;
  • il datore di lavoro può, mentre ricarica le auto dei dipendenti, ricaricare anche quelle della propria flotta;
  • l’ambiente ne risente in maniera positiva.

Ma è meglio che il datore di lavoro conceda la ricarica come benefit o come servizio a pagamento?

3) La ricarica per i dipendenti come benefit o come servizio a pagamento

Come benefit

Offrire la ricarica dell’auto elettrica ai dipendenti come benefit (e come omaggio a clienti e visitatori) comporta:

  • una forte motivazione per i dipendenti;
  • la soddisfazione di clienti e visitatori, che si fidelizzano;
  • un ritorno importante in termini di immagine per l’azienda, in quanto si mostra attenta alla filosofia green e alle esigenze di dipendenti ed esterni.

Risvolti economici della ricarica come benefit per i dipendenti

Dal 10 giugno 2022, con la risposta ad interpello numero 329, l’Agenzia delle entrate ha predisposto che «la ricarica fornita gratuitamente dalla società al lavoratore dipendente per la sua auto elettrica, nell’ambito di interventi di welfare aziendale, non genererà in capo allo stesso alcuna tassazione aggiuntiva».

Ciò significa che la ricarica fornita gratuitamente al lavoratore dipendente per la sua auto elettrica non comporta un aggravio di imposte nella busta paga.

Come servizio a pagamento

Nel caso in cui, invece, l’azienda decidesse di proporlo come servizio a pagamento,potrebbe chiedere:

  • 1) che venga corrisposto un costo fisso a cadenza regolare da pattuire (in genere si tratta di importi contenuti, che si aggirano sui dieci euro al mese);
  • 2) che si contabilizzi l’effettivo consumo di ciascuno, grazie a colonnine “smart”, abbinate a tessere RFID (Radio-Frequency Identification, Identificazione a radiofrequenza), che funzionano con un sistema di tecnologia a riconoscimento automatico grazie alla presenza di un chip (basta avvicinare la tessera alla wallbox per attivarla).

Conclusioni

Installare colonnine di ricarica in azienda è dunque un punto fondamentale per la transizione della flotta all’elettrico e conviene alla società in virtù degli incentivi statali consistenti dedicati.

In genere, le società tendono a fornire questo servizio come benefit gratuito (almeno per un primo momento) ai dipendenti, per incontrare le loro necessità e per motivarli, e come omaggio a visitatori e clienti per fidelizzarli e avere un ritorno importante d’immagine.

In un secondo momento, è possibile anche pensare di far corrispondere un corrispettivo, perlomeno agli utilizzatori più assidui, essendo le cifre in questione significativamente contenute.

La tua flotta è sempre all’avanguardia con Avrios