All Glossario

Restituzione auto in leasing

In caso di leasing, al termine del periodo di contratto, il veicolo viene restituito dall’azienda alla società. A questo punto viene effettuato il conto finale dei chilometri in eccesso e in difetto, viene considerato lo stato d’usura conforme o eccessivo rispetto a quanto previsto nel contratto, e gli eventuali danni. Quando si restituisce un veicolo in leasing, ci sono alcuni punti a cui prestare particolare attenzione, che possono contribuire a ridurre i costi e le condizioni precise di restituzione devono essere concordate in dettaglio proprio per evitare costi extra elevati.

L’importanza della restituzione per la flotta

Quando un veicolo viene acquistato, esso diventa parte del patrimonio aziendale, perciò la questione della restituzione non sussiste. Nel caso di un veicolo in leasing, invece, è la società a rimanere proprietaria della vettura e il momento della restituzione da parte dell’azienda che ne usufruisce è già fissato nel contratto e gioca un ruolo significativo, poiché possono verificarsi casi in cui i costi di restituzione si fanno molto elevati. Questo punto è dunque di grande rilevanza per la flotta.

Particolare importanza rivestono, nell’atto della restituzione, la tempestività nel reso, il numero di chilometri percorsi, e le condizioni del veicolo.

Eventuali costi per danni al veicolo o per chilometri aggiuntivi possono essere ridotti in maniera significativa se la restituzione viene presa in considerazione in una fase preventiva, con anticipo rispetto alla scadenza reale. Se però non si presta attenzione alla questione della restituzione prima della data di scadenza, si può giungere a un costoso conto finale, qualche settimana dopo. Spesso ci sono infatti chilometri extra da pagare, così come danni. Va notato, tuttavia, che questi danni sono difficilmente quantificabili/inquadrabili. I costi di restituzione alla fine di un contratto di leasing sono quindi tra i costi più difficili da calcolare in una flotta.

Criteri importanti per la restituzione di un veicolo in leasing

Per rendere la restituzione di un veicolo in leasing il più agevole possibile, ci sono alcuni criteri importanti da considerare. Le condizioni precise per l’utilizzo dei veicoli devono essere stabilite in modo molto dettagliato nella car policy aziendale e nel contratto. In questo modo, gli autisti sanno quali condizioni devono essere soddisfatte durante l’utilizzo, facilitando così la restituzione del veicolo noleggiato.

Per ridurre i costi di restituzione, è necessario considerare i seguenti punti:

Chilometraggio in eccesso o in difetto

Il contratto di leasing prevede un accordo sui chilometri percorsi. Prima di restituire il veicolo, occorre dunque verificare attentamente se ci siano chilometri in eccesso o in difetto. In questo modo è possibile adottare contromisure. La gestione esatta dei chilometri in eccesso o in difetto è inclusa nel contratto di leasing, in modo da consentire un calcolo certo degli eventuali esborsi.

Difetti/danni

Un fattore di costo significativo è la presenza di difetti o danni al veicolo. È dunque opportuno far controllare il veicolo, prima di restituirlo. Soprattutto in caso di difetti e danni, esiste infatti un elevato potenziale di risparmio rispetto ai costi di restituzione. Può dunque valere la pena agire per tempo e riparare tutti i difetti e i danni significativi: sebbene infatti anche questo comporti dei costi, in molti casi questi sono inferiori a quelli imposti, poi, eventualmente, dalla società di leasing. Ciò è dovuto non da ultimo al fatto che la società ricorre spesso alle versioni più costose della riparazione, ad esempio presso le officine autorizzate.

Uso del veicolo

Un altro punto cruciale nel processo di restituzione è l’utilizzo che si è fatto del veicolo. In questo caso si può distinguere tra uso ordinario e uso eccessivo. L’uso ordinario, visibile sotto forma di usura, è normale e non verrà addebitato. L’uso eccessivo, invece, che riduce il valore residuo del veicolo, verrà addebitato. È dunque necessario controllare molto accuratamente la dichiarazione finale della società di leasing e, eventualmente, fare reclamo qualora alcuni costi presenti in fattura non risultino coerenti con lo stato reale del veicolo restituito.

Gestione dei costi dopo la restituzione

Si tratta di un fattore di costo difficilmente calcolabile, che viene sostenuto quando i veicoli vengono restituiti. Tuttavia, è importante prima di tutto verificare attentamente la dichiarazione finale. Può accadere che si imputi un uso eccessivo all’azienda, senza che sia il caso. Ad esempio, l’usura dei freni, delle candele o i leggeri graffi sul tappo del serbatoio possono essere definiti uso ordinario. Se sono presenti i classici segni di utilizzo che corrispondono all’età del veicolo e al chilometraggio, non si può ipotizzare un uso eccessivo. Solo in caso di uso eccessivo che riduce il valore residuo oltre il livello normale si possono prevedere costi aggiuntivi.

I difetti o i danni rilevati devono prima essere esaminati in dettaglio. In caso di dubbio, l’onere della prova spetta alla società di leasing.

I costi di restituzione elevati possono essere evitati grazie a una conoscenza adeguata e a una preparazione accurata della restituzione di tutti i veicoli. In linea di principio, è necessario verificare attentamente i termini e le condizioni del contratto di leasing per essere preparati e sapere cosa può comportare.

Domande frequenti sul tema della restituzione

Che ruolo hanno i chilometri in eccesso o in difetto nel reso?

I chilometri in eccesso o in difetto hanno un forte impatto sui costi del veicolo in leasing che vengono sostenuti anche al momento della restituzione. I chilometri in più comportano costi aggiuntivi che possono essere calcolati se c’è un accordo in merito fin dall’inizio. Idealmente, i chilometri aggiuntivi dovrebbero essere rigorosamente limitati per evitare queste spese aggiuntive o almeno per mantenerle il più possibile basse.

Dove deve essere restituito un veicolo in leasing?

Le condizioni esatte relative al luogo e al tempo di restituzione sono specificate nel contratto di leasing. È importante che in qualsiasi forma di noleggio auto, sia a breve che a lungo termine, venga specificato in modo molto dettagliato anche il luogo di riconsegna. È possibile che i veicoli vengano restituiti a un partner della regione o che vengano ritirati dalla società di leasing.

Quando deve essere restituito un veicolo in leasing?

È necessario sapere con precisione la durata del contratto concordata con il locatore. Il veicolo deve essere infatti restituito alla fine del periodo contrattuale, ma si tende a trattenere comunque il veicolo più a lungo quando si verificano ritardi nella consegna della nuova vettura.

[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]
[class^="wpforms-"]